STRASBURGO – Un nuovo sito web per confrontare i prezzi per la spedizione all’estero dei pacchi e informazioni più chiare sui costi per i consumatori sono le principali novità del pacchetto di misure sull’e-commerce, approvate dal Parlamento europeo.

Sarà la Commissione Ue a pubblicare su un nuovo portale i costi dei corrieri transfrontalieri più utilizzati, con l’obiettivo di contribuire a ridurre le forti differenze tra le tariffe e di spingere gli acquisti online. Oltre due terzi dei consumatori hanno infatti dichiarato di aver rinunciato a effettuare shopping via internet a causa dei costi di spedizione ritenuti troppo elevati, secondo uno studio del 2015.

Il trasporto transfrontaliero costa in media dalle 3 alle 5 volte di più di quello nazionale, a parità di servizio, secondo un’altra analisi Ue. Se sono le aree urbane densamente popolate e le imprese con grossi volumi di affari a attirare forme di concorrenza nel settore della spedizione dei pacchi, le pmi e i consumatori che risiedono in aree remote hanno poca possibilità di scelta e sono soggetti a prezzi più elevati. Le nuove disposizioni insistono inoltre sulla necessità di fornire ai consumatori maggiori chiarimenti sulle opzioni di consegna e sulla gestione dei reclami.

fonte: ANSA

Tags: