Il settore dell’e-commerce, negli ultimi anni, ha subìto un boom notevole. Sempre più persone acquistano su Internet ciò che serve loro, bypassando i negozi terrestri. 
Secondo i dati resi noti da “Il Sole 24 ore”, nel 2017, questo settore dovrebbe crescere ulteriormente de 20%, raggiungendo un valore approssimativo di 23.4 miliardi di euro. 
Tra il 2014 e il 2016, il numero dei clienti online è cresciuto del 26%, ma ancora maggiore è stato l’incremento del valore del mercato e-commerce, che nello stesso periodo è aumentato di oltre un terzo.  Negli ultimi sei anni, questo settore è sempre andato crescendo. Nel 2010, il valore approssimativo si attestava sugli 8 miliardi. Sette anni dopo, si rischia di triplicare quel numero.

Il boom dei comparti di nicchia

A trainare l’e-commerce sono soprattutto i prodotti di nicchia. Parliamo di arredamento, abbigliamento, calzature e accessori per la persona, oltre ai prodotti alimentari e a quelli del largo consumo confezionato. Si stima che, nel 2017, questo genere di prodotti avrà un incremento del 30%. Il merito di questo boom va all’interazione sempre più stretta tra catene fisiche e online, ma anche alla consapevolezza che, i consumatori stanno assumendo sui vantaggi degli acquisti in rete.
Questa “nuova era commerciale”, apre prospettive fin qui impensabili.  Fino a poco fa, i settori che traevano maggior vantaggio dalla rete erano quelli vacanzieri, assicurativi ed elettronici.
Di fatto, sono stati i primi a capire il vero punto di forza che dà vendere su Internet, ovvero la possibilità di vendere all’utente il prodotto che desidera ad un prezzo minora rispetto al negozio terrestre e senza che questi si muova da casa.
Nell’epoca in cui tutti cercano di risparmiare, la possibilità di comparare prezzi direttamente dal proprio computer o telefonino, scegliendo quello più conveniente, è un vantaggio notevole che si comincia ad apprezzare sempre di più.


Per selezionare la tua nicchia quindi, devi fare i passi giusti, ecco alcuni consigli :

#1 Controlla gli interessi dei possibili acquirenti

Prima di setacciare la tua nicchia, devi misurare gli interessi dei consumatori. Questa analisi ti aiuterà a non riempire il tuo store di prodotti che poi non comprerà nessuno. Un indicatore di redditività è una ricerca di keywords per target.

Controlla le keywords della tua nicchia sfruttando Google Keyword Tool. Se qualcuno ricerca on line un prodotto specifico significa che è interessato. Attenzione: troppo traffico su un determinato termine è anche sinonimo di una maggiore concorrenza, troppo poco invece indica che è meglio spendere il tuo tempo da un’altra parte.

Puoi anche chiedere direttamente ai produttori, i quali spesso infatti possono fornire una stima delle loro vendite migliori.

#2 Cerca i tuoi competitor

Dopo aver individuato gli interessi degli acquirenti, hai bisogno di cercare uno spazio competitivo.

Per prima cosa, guarda Amazon per ogni prodotto che pensi di offrire nel tuo store. Se questo prodotto si trova già su Amazon tiene ben presente che non potrai competere a livello di prezzo, sarebbe solo una perdita di tempo, fidati.

Per sopravvivere in una nicchia, devi scalare la strada di Google e piazzarti nelle prime pagine del motore di ricerca. Il mezzo migliore per farlo è utilizzare le tecniche SEO per analizzare  i tuoi concorrenti. Ci sono alcuni tools online con cui puoi verificare la forza e la diversità dei backlinks e le autorità dei vari siti.

#3 Focalizza margini forti

Se non hai intenzione di fare soldi, perché allora hai iniziato un business? Prima di rischiare tutto aprendo il tuo e-commerce, devi essere sicuro di avere abbastanza margine – ma di quali cifre stiamo parlando? Generalmente si consiglia di tenere conto un 20% di margine sul prezzo più basso. Meno di questa cifra la possibilità di avere un ritorno economico inizia ad essere abbastanza difficile.

Se stai vendendo delle tue creazioni originali diventa meno problematico, ma in un contesto di vendita diretta dal produttore questo particolare può anche essere determinante per far fallire il tuo business o avere successo. Secondo una regola empirica i margini della vendita diretta sono più ampi. Il range di solito va dal 5 al 30% in base al fornitore e all’industria che hai scelto come target

#4 Determina il costo del successo

Infine, controlla se il costo del prodotto ne vale veramente il lavoro. Se vendere un centinaio di prodotti ti costa gli stessi sforzi di venderne mille, perché sprecare i tuoi sforzi? Individua quando andare oltre significherebbe una perdita di tempo e di denaro.

Per concludere

Nessuna nicchia è perfetta e nessun piano è garantito. Quindi, fai le tuo ricerche velocemente per individuare il potenziale del tuo settore. Inevitabilmente molte delle nicchie che sceglierai non ti porteranno ai risultati sperati o saranno un fallimento totale. Questa è la natura dell’imprenditoria. Impara dai tuoi fallimenti e dalle esperienze altrui per massimizzare le tue chance di successo e spingere velocemente il tuo business verso la strada del profitto.

 

Tags: